Intervista a WEEDUP ® a cura di BKL 9 (Bologne Kultur Lab) sul tema della Cannabis

Aggiornamenti dal mondo della Cannabis

Nella giornata di lunedì 14 maggio 2018 siamo stati intervistati da due reporter francesi di BKL 9 (Bologne Kultur Lab) per alcuni chiarimenti sulla situazione del mercato della Cannabis Legale a Bologna, con un accento particolare sulla possibilità o meno da parte dei tabaccai di vendere questo prodotto.

 

CannaBologna #1

Pianta verde in zona grigia

Bologna Kultur Lab @BKL_2018

Dal 16 maggio 2017, è legale a Bologna vendere cannabis con un basso contenuto di THC. Questo nuovissimo business non attira solo negozi specializzati; anche le tabaccherie vendono questi prodotti, giocando con la legislazione “poco chiara” in materia.

“Guarda. Lui, lui, lui. Sono tutti gestori di tabaccheria che mi contattano dopo questa storia. Con lo sguardo sbiadito dietro il bancone, Nicholas Rivola, 27 anni, mostra ancora una volta le conversioni di Messenger che continuano ad accumularsi sul suo computer dal 10 maggio.

La sua storia è finita in prima pagina su uno dei principali quotidiani bolognesi. Dopo un controllo di routine, Nicholas Rivola è stato multato con una sanzione da 258 euro per la vendita di “succedanei del tabacco”. È il primo in Italia. L’interessato si è difeso sulle pagine del Corriere di Bologna affermando che il prodotto non è un sostituto ma un “infuso per il tè di cannabis”.

Non si pente di nulla. Ha semplicemente “le palle” rispetto agli altri. Non pagherà la multa. “Ho già assunto un avvocato, perché pagare significherebbe essere d’accordo con il Monopolio di Stato”, dice.

A Bologna – come a Parma e Torino in precedenza – dal 16 maggio 2017 è consentito vendere cannabis “light”. Questa cannabis non ha alcun effetto psicotico. Ha proprietà rilassanti e agisce da sedativo. È particolarmente utilizzato in Emilia-Romagna ed ha un contenuto di THC inferiore allo 0,6%, limite legale.

Nella città di Umberto Eco, ci sono innumerevoli negozi specializzati in questa vendita. Si chiamano “Cannabis Store Amsterdam”, “Jamaica Store” o “WEEDUP”. Vendono cannabis e derivati di ogni tipo, dalla pasta all’olio d’oliva.

“Mi è stato detto che posso venderlo“.

Sempre più gestori di tabaccherie si stanno precipitando in questo mercato. Il quadro legislativo è “poco chiaro” e non proibisce formalmente ai tabaccai di venderlo, da cui il caso di Nicholas Rivola. Stephano, tabaccaio di Strada Maggiore, pensa di poterla vendere’”. Dobbiamo attendere maggiore chiarezza. Se avessi la scelta di venderla, ci penserei. Ma se è un buon affare, naturalmente lo venderò. La pianta verde nuota attualmente nella zona grigia.

Fatto ancora più strano sono alcuni bar che vendono questi prodotti, se il cliente li chiede. Laurent Bourdin, 50 anni, con una barba di tre giorni leggermente grigia come i capelli, prende un espresso, seduto sulla terrazza della caffetteria di Bam-Bam, in via Zamboni.

“Lo vendo a 15 euro al grammo. Lo faccio da tre settimane per curiosità, per vedere. Diel-RRL, il mio fornitore, mi ha detto che posso venderlo.” Laurent Bourdin è stato il primo francese, prima di diventare italiano. Oppure il contrario? Neanche la storia è chiara.

“Nel 1998, è stata vietata la vendita di Red Bull in Italia. Conoscevo l’importatore che aveva negozi a Genova. Tutte le bevande erano bloccate nei magazzini. Con la cannabis è più o meno la stessa storia.“ “È un po’ più complicato che con le sigarette…”.

I rivenditori specializzati sono ovviamente grigi e la concorrenza dei tabaccai è vista con occhio negativo. Per Raphaël Ferrino, 28 anni, dipendente del Cannabis Store Amsterdam di via Dell’Indipedenza, i tabaccai semplicemente non fanno lo stesso lavoro.

Di Luc Oerthel e Théophile Larcher

Tradotto dal francese da WEEDUP®

Clicca qui per leggere l’articolo in lingua originale

oppure guarda il video

Restate aggiornati sul nostro blog WEEDUP® per una costante informazione sul tema della Cannabis!

Da WEEDUP® trovi solo i migliori prodotti a base di Cannabis e CBD presenti sul mercato, selezionati accuratamente e con un catalogo in costante aggiornamento. Non lasciatevi sfuggire le nostre offerte! Comprare cannabis online non è mai stato così semplice: pagamento direttamente alla consegna e spedizione in pacco anonimo per garantirvi la massima riservatezza con i vostri acquisti.

Erba light, cannabis legale, marijuana soft; non importa il nome, l’importante è che se ne parli!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to Top